Skip to main content
“Il mio consiglio per un percorso simile al mio è quello di continuare a crederci e a provarci sempre e comunque, con il tempo infatti si raccolgono i frutti del proprio impegno e, mal che vada, si ottiene sempre un’esperienza preziosa che potrebbe risultare molto utile”

Come sei venuto a conoscenza di Mechinno? Che cosa ti ha attratto di questa realtà?
Sono venuto a conoscenza di Mechinno da conversazioni con persone che già ci lavoravano e ci sono entrato in contatto. Sono stato subito attratto dalla professionalità e dalla serietà dimostrata da tutto il team di recruiting, e mi ha anche colpito il fatto che Mechinno sia presente nelle più importanti aziende automotive e non solo in Italia.

Qual è il tuo background e quali pensi siano state le skills chiave che ti hanno permesso di essere inserito nel team?
Quando sono entrato nel team di Mechinno nel 2011, alle spalle avevo già 10 anni di esperienza di progettazione meccanica per motoveicoli presso Aprilia e Ducati. Per questo penso che l’esperienza nel settore e la mia passione per l’automotive abbiano avuto un ruolo importante nella scelta di Mechinno nei miei confronti, a questo si aggiungono altre caratteristiche che fanno parte della mia personalità, quali proattività, energia, impegno ed entusiasmo.

Raccontaci del tuo ruolo, di cosa ti occupi oggi in Mechinno?
Da due anni mi occupo di ‘Management Engineering’ presso il cliente Lamborghini, e in questa funzione seguo lo sviluppo e la messa in produzione dei componenti degli Impianti Thermal (motore, batteria, climatizzatore) di tutti gli attuali e futuri modelli Lamborghini.

Ormai è da un po’ che sei in Mechinno. Qual è la tua storia? Hai qualche consiglio per chi volesse intraprendere un percorso simile al tuo?
Nella mia storia con Mechinno mi sono dedicato per cinque anni e mezzo allo sviluppo e messa in produzione di componenti degli impianti motore presso il cliente Maserati.
Da due anni invece, come dicevo prima, mi occupo di ‘Management Engineering’ presso il cliente Lamborghini, e Il mio consiglio per un percorso simile al mio è quello di continuare a crederci e a provarci sempre e comunque, con il tempo infatti si raccolgono i frutti del proprio impegno e, mal che vada, si ottiene un’esperienza preziosa che potrebbe risultare molto utile.

Cosa preferisci del tuo ruolo e qual è stata la tua maggiore soddisfazione?
Mi piace molto poter seguire la gestione dello sviluppo e della messa in produzione dei componenti per autoveicoli. Una delle maggiori soddisfazioni è aver visto i processi aziendali di due grandi costruttori di autoveicoli come Maserati e Lamborghini e averne preso parte.